Salute: Mandelli (FI), non si limiti accesso a cure con fotoferesi

Roma, 30 marzo – “In un servizio sanitario nazionale che per molti aspetti è un’eccellenza del nostro Paese, assistiamo a volte a situazioni che hanno del paradossale. E’ il caso della fotoferesi extracorporea: una prestazione salvavita inserita nei LEA, con un impatto economico contenuto, eppure non rimborsata attraverso un’adeguata tariffa. E’ un vulnus nell’accesso alle terapie per i pazienti a cui bisogna porre rimedio”. Così il deputato e responsabile Sanità di Forza Italia Andrea Mandelli, vice presidente della Camera dei Deputati, intervenendo al convegno “La fotoferesi extracorporea (Ecp): dall’inserimento nei Lea all’effettivo accesso dei pazienti alle terapie”. “Dopo due anni di pandemia – ha proseguito -, dobbiamo ragionare sulla tutela del diritto alla salute con la stessa attenzione riservata dai Padri costituenti all’articolo 32 della Carta: le risorse per la sanità vanno concepite come un investimento, non come una spesa”, ha concluso.

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su reddit
Condividi su email