Quirinale: Mandelli (FI), c.destra unito,Berlusconi non divisivo

Roma, 12 gen. – “Silvio Berlusconi e’ stato il primo a
indicare il nome di Mario Draghi come premier, favorendo la
nascita di un governo che ha saputo unire un’ampia maggioranza
per far uscire il Paese dalla difficilissima situazione in cui
si trovava. Sta dunque al presidente Berlusconi decidere se
mettersi ancora una volta, con generosità, in gioco per il bene
del Paese”. Cosi’ a ‘Radio Anch’Io’ il deputato di Forza Italia
e vice presidente della Camera dei Deputati Andrea Mandelli
replicando a chi definisce ‘divisiva’ la candidatura di Silvio
Berlusconi al Colle. “Il centrodestra – ha proseguito – ha
ribadito con forza l’intenzione di esprimere una candidatura
unitaria per giocare il ruolo che spetta a un’area politica che
ambisce al governo del Paese. Attendiamo che il presidente
Berlusconi sciolga la riserva”.

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su reddit
Condividi su email