Close

Ordini farmacisti,decisione Lazio adegua standard a Paesi Ue

(ANSA) – ROMA, 02 OTT – “Con la sua decisione di consentire
alle farmacie non soltanto di distribuire i vaccini
antinfluenzali in numero adeguato alle necessita’, ma anche di
poter organizzare l’immunizzazione all’interno dei presidi, la
Regione Lazio fa compiere all’assistenza territoriale un passo
importantissimo, che adegua gli standard regionali a quelli dei
paesi leader dell’Unione europea”. Questo il commento di Andrea
Mandelli, presidente della Federazione degli Ordini dei
Farmacisti Italiani, all’Ordinanza, firmata oggi dal presidente
Zingaretti.
“Ci appelliamo ora a tutti presidenti delle Regioni – e’ il
messaggio di Mandelli – perche’ mettano a disposizione della rete
delle farmacie i vaccini antinfluenzali”. “Avevamo segnalato fin
dalla scorsa estate che le farmacie sarebbero rimaste prive di
vaccini antinfluenzali destinati alla popolazione attiva, non
coperta direttamente dal SSN, e che comunque sarebbe stato
difficile per le strutture esistenti e per i medici di medicina
generale riuscire a rispondere alla necessita’ di vaccinare in
breve tempo 17-18 milioni di italiani”, prosegue il presidente
della FOFI. “Per questo abbiamo anche riproposto che le farmacie
di comunita’ fossero messe a sistema per aumentare i punti di
accesso alla vaccinazione, cosi’ come gia’ avviene in tutto il
mondo, a cominciare da Canada, Francia, Germania, Gran
Bretagna, Portogallo, Stati Uniti e Svizzera, in totale
sicurezza e nel pieno rispetto delle competenze dei
professionisti della salute”. Come riporta anche l’Ordinanza del
Lazio, in condizioni di emergenza come quelle attuali, prosegue,
“questa e’ la via per garantire la copertura contro l’influenza
alle persone che lavorano, che si spostano sui mezzi pubblici e
che hanno una piu’ intensa vita sociale, riducendo cosi’ la
circolazione del virus e la possibilita’ che un’epidemia
influenzale diffusa vada a sovrapporsi a quella del SARS CoV-2″.
“Alla Regione Lazio va il plauso dei farmacisti italiani per
aver adottato questa soluzione, e un particolare ringraziamento
all’Assessore alla sanita’ Alessio D’Amato – conclude Mandelli –
per l’impegno profuso nel raggiungimento di questo obiettivo”.

scroll to top