Equo compenso: Mandelli (FI), legge attesa, arrivi in porto

Roma, 17 maggio – “I professionisti italiani aspettano già da troppo tempo una legge che sancisca un principio insindacabile: il lavoro va remunerato, sempre e in modo adeguato. Sarebbe un errore non dare loro una risposta”. Così il deputato e responsabile di Forza Italia per i rapporti con le professioni Andrea Mandelli, primo firmatario di una proposta di legge sull’equo compenso confluita nel testo approvato alla Camera. “E’ necessario e doveroso per il legislatore tutelare chi, anche negli ultimi, difficilissimi anni, ha continuato, nonostante tutto, a creare crescita e occupazione nel Paese. I professionisti sono un patrimonio dell’Italia: esortiamo, perciò, tutte le forze politiche a lavorare affinché arrivi in porto, al più presto, un intervento legislativo largamente condiviso e fortemente atteso”, conclude.

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su reddit
Condividi su email