Dl dignita’: Mandelli, da governo chiusura su testo dannoso

(ANSA) – ROMA, 3 AGO – “Il passaggio alla Camera del decreto dignita’ e’ avvenuto nel segno della chiusura da parte della maggioranza e al Senato il governo gia’ annuncia un no preconcetto alle modifiche. E’ un brutto segnale che peraltro arriva su un provvedimento sbagliato e dannoso del quale ancora non sono stati chiariti tutti gli effetti. Aspettiamo infatti che il governo chiarisca quanti contratti a termine arrivati alla scadenza dei 12 mesi non verranno rinnovati a causa dei nuovi vincoli previsti”. Lo afferma Andrea Mandelli, deputato di Fi. “Abbiamo provato fino alla fine – prosegue – a migliorare il decreto ma la maggioranza non ha voluto cogliere neanche l’occasione di abrogare il redditometro. In questo modo, oltre ad aver disatteso una promessa elettorale, il governo si mostra distante dalle necessita’ del Paese reale”.

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su reddit
Condividi su email