Close

Da presidente Draghi visione condivisa del futuro della sanità Affrontati tutti gli aspetti cruciali per ripartenza Paese

Roma, 17 feb. (askanews) – “Il discorso al Senato del Presidente
Draghi ha affrontato tutti gli aspetti cruciali per la ripartenza
del paese, che non solo deve superare la crisi drammatica in cui
in trova ma deve rapidamente attuare una serie di riforme che già
erano urgenti prima della pandemia. L’innovazione tecnologica, la
scuola, il riassetto del sistema produttivo e, naturalmente, la
tutela della salute. Il Presidente Draghi ha giustamente posto
l’accento sulla necessità di accelerare la campagna di
vaccinazione anti Covid, e ha sottolineato che non serve
attendere che siano disponibili strutture ex novo ma è bene
sfruttare a pieno regime gli spazi pubblici e privati già oggi a
nostra disposizione. E’ una visione che condividiamo, e ribadiamo
al Presidente che i 60mila farmacisti che esercitano nelle oltre
19mila farmacie sono da subito a disposizione”. Così il
presidente della FOFI, Onorevole Andrea Mandelli, a commento
delle dichiarazioni programmatiche del Presidente del Consiglio
svolte oggi al Senato.

Per Mandelli, “la rete delle farmacie italiane rappresenta
infatti una infrastruttura con una straordinaria capillarità sul
territorio, già pronta e operativa perché ha al suo interno le
professionalità necessarie, come stabilito dalla legge di
Bilancio di quest’anno, per somministrare in sicurezza le
vaccinazioni anti Covid alla popolazione generale”. In merito
alla proposta di una riforma della sanità centrata
sull’assistenza territoriale – un’altra delle priorità indicate
nel discorso – il Presidente della FOFI ha sottolineato che “la
farmacia dei servizi rappresenta già oggi un’esperienza
assolutamente in linea con questa impostazione. Con i servizi
assistenziali e sanitari erogati al suo interno ma anche al
domicilio del paziente, questo presidio sanitario polifunzionale
cos tituisce infatti un pilastro fondamentale di quella “casa
come luogo principale di cura” indicata da Draghi come
prospettiva futura di una sanità moderna, efficace e vicina al
cittadino”.

scroll to top